Coronavirus, Sicilia zona arancione: “Scelta assurda” per Musumeci


Coronavirus Sicilia – Il presidente Nello Musumeci non ci sta. Considera assurda e irragionevole la scelta di classificare arancione la propria regione.


Il governatore della Sicilia Nello Musumeci non ci sta. Considera irragionevole la scelta di classificare come arancione la propria regione.


“La scelta del governo nazionale di relegare la Sicilia a ‘zona arancione’ appare assurda e irragionevole”. Esordisce così il presidente Nello Musumeci subito dopo la presentazione del nuovo DPCM da parte del premier Conte.

L’ho detto e ripetuto al ministro della Salute Roberto Speranza – continua Musumeci -, che ha voluto adottare la grave decisione senza alcuna preventiva intesa con la Regione Siciliana e al di fuori di ogni legittima spiegazione scientifica.

Coronavirus Sicilia: il confronto con le altre regioni

“Un dato per tutti: oggi la Regione Campania ha avuto oltre quattromila nuovi positivi; la Sicilia poco più di mille. La Campania ha quasi 55mila positivi, la Sicilia 18mila. Vogliamo parlare della Regione Lazio? Ricovera oggi 2.317 positivi a fronte dei 1.100 siciliani, con 217 in terapia intensiva a fronte dei nostri 148. Eppure, Campania e Lazio sono assegnate a ‘zona gialla’.

Perché questa spasmodica voglia di colpire anzitempo centinaia di migliaia di imprese siciliane? Al governo di Giuseppe Conte chiediamo di modificare il provvedimento, perché ingiusto e ingiustificato. Le furbizie non pagano” conclude il presidente.

La Sicilia è “zona arancione”: cosa si può fare e cosa vieta il DPCM

Un pensiero su “Coronavirus, Sicilia zona arancione: “Scelta assurda” per Musumeci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.