Sicilia, crollano presenze in bar e centri commerciali: i dati

Sicilia: crollano le presenze nei luoghi pubblici, come bar e centri commerciali. Si tratta di un numero che diminuisce in tutta la Penisola, ma che cresce principalmente nelle quattro regioni rosse. Lo si evince dai dati di Google sugli spostamenti, aggiornati al 6 novembre, da cui emerge che su scala nazionale si sono ridotti del 40% – rispetto al periodo pre-Covid – gli spostamenti per “retail e tempo libero”, categoria che comprende luoghi quali ristoranti, bar, centri commerciali, parchi a tema, musei, biblioteche e cinema.

La situazione nelle zone rosse

Risultati sopra la media si registrano solo nelle quattro regioni della zona rossa, che hanno più che dimezzato questi spostamenti – Calabria (-57%), Lombardia (-64%), Piemonte (-61%) e Valle D’Aosta (-75%) – cui si aggiunge il Trentino Alto Adige (-49%).

La situazione in zona arancione: Sicilia e Puglia

Appena sotto la media le prime due regioni arancioni, Puglia e Sicilia, a -39%. Seguono Campania (-37%), Lazio (-32%), Toscana e Umbria (entrambe a -30%), Basilicata (-29%), Molise e Veneto (entrambe a -28%), Marche (-27%), Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Liguria (tutte a -26%), Sardegna (-24%)

2 pensieri riguardo “Sicilia, crollano presenze in bar e centri commerciali: i dati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *