Palermo, 17enne ritrovata morta in un burrone: uccisa dal fidanzato

Ritrovato stamattina il corpo di una ragazza morta in un burrone nel Palermitano: il fidanzato avrebbe confessato il femminicidio.

Il corpo senza vita della giovane Roberta Siragusa, di 17 anni, è stato trovato in un burrone nella zona di Monte San Calogero a Caccamo, in provincia di Palermo. Sono intervenuti i vigili del fuoco e le indagini sono condotte dai carabinieri e coordinate dalla procura di Termini Imerese.

Ragazza morta ritrovata nel burrone, il fidanzato: “L’ho uccisa io”

Secondo i primi accertamenti, il cadavere sarebbe parzialmente bruciato. È stato il fidanzato della ragazza Pietro Morreale, 19 anni, anche lui di Caccamo, a presentarsi in caserma e portare i militari sul luogo dove è stata trovato il corpo.  Sono intervenuti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Sono arrivati anche gli uomini della scientifica per eseguire i rilievi, il medico e legale e il pm di turno della procura di Termini Imerese.


Palermo, morta a 10 anni per TikTok challenge: organi salveranno 4 vite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *