Bosco di Santo Pietro: oltre 1,7 milioni per la riserva naturale di Caltagirone


Il finanziamento mira a valorizzare il patrimonio naturale del bosco di Santo Pietro in Caltagirone, interconnesso con la confinante Sughereta di Niscemi.


Via libera del Governo regionale a un finanziamento per oltre 1,7 milioni di euro (risorse del Fondo sviluppo e coesione) per il bosco di Santo Pietro, presentato dal Comune di Caltagirone nell’ambito di un’iniziativa promossa dall’Amministrazione comunale calatina insieme alle amministrazioni dei Comuni di Niscemi e Palma di Montechiaro (con il suo litorale) per “Interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale di rilevanza strategica (aree protette in ambito terrestre e marino, paesaggi tutelati) tali da consolidare e promuovere processi di sviluppo”.

Bosco Santo Pietro di Caltagirone: cosa prevede il progetto di riqualifica

Il progetto in questione mira a tutelare e valorizzare il patrimonio naturale (con particolare riguardo all’agrobiodiversità, alle risorse genetiche autoctone di interesse agrario, zootecnico e forestale, alla conservazione e valorizzazione delle razze e varietà locali a rischio di estinzione) del bosco di Santo Pietro, interconnesso con il borgo omonimo e la confinante Sughereta di Niscemi. Previsti percorsi sentieristici che costituiscano un itinerario di fruizione e di visita specie attraverso tracciati a mobilità sostenibile, ciclo-escursionistici e di trekking. Contemplate pure attività di turismo educativo, programmi di ricerca, laboratori di educazione scientifica, corsi di educazione ambientale e interventi multimediali sui social network.

“Si tratta – sottolinea l’assessore alle Frazioni, Luca Distefanodi un finanziamento che potrà rivelarsi assai utile per mettere in campo interventi che esaltino il ruolo ecologico e sociale del bosco e contribuiscano a rivitalizzare il borgo”.

Queste risorse – dichiara il sindaco Gino Ioppoloconcorreranno a valorizzare un importante e strategico polmone verde qual è il bosco di Santo Pietro, anche attraverso la creazione di spazi ricreativi, educativi e sportivi e la realizzazione di attività economiche eco-compatibili”.


Caltagirone, case in vendita a 1 euro: approvato regolamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *