Le Vibrazioni con Vessicchio live a Catania: rock e classica incantano il Metropolitan


Le Vibrazioni sono tornate in concerto in Sicilia e l’hanno fatto con l’amatissimo maestro Vessicchio: il report del live di Catania.


Dopo le riaperture dei teatri al 100% della capienza, è ripartito dalla Sicilia il tour “Le Vibrazioni in orchestra di e con Beppe Vessicchio”. Il primo appuntamento nell’Isola – organizzato dalla GN Events di Gianni Napoli – è stato il 24 novembre al Teatro Metropolitan di Catania, dove Sarcina & Co. hanno regalato uno spettacolo davvero unico grazie alla collaborazione nata col grandissimo Beppe Vessicchio.

A dare inizio allo spettacolo è proprio il maestro più amato d’Italia che con la sua orchestra – tutta siciliana per l’occasione – e Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda, dà il benvenuto “instrumental” a tutti i presenti.

Il pubblico, già entusiasta di rivedere i propri beniamini sul palco, si scalda definitivamente subito dopo quando Francesco Sarcina fa il suo ingresso on stage: dei coreografici candelabri calano in scena e lui, chitarra in braccio, dà il via all’esecuzione delle più grandi hit in chiave inedita della band milanese.

Questo tour, che era stato rimandato a causa della pandemia, porta Le Vibrazioni ad incontrare per la prima volta la musica classica, attraverso un nuovo viaggio musicale nei teatri italiani, assieme alle canzoni del gruppo riviste con nuovi arrangiamenti, realizzati per l’occasione dal Maestro Vessicchio ed eseguiti insieme ad un’orchestra di quindici elementi.

Il “grazie” di Vessicchio e de Le Vibrazioni

 

Tra i brani proposti dalla band, oltre agli ultimi successi di Sanremo (Così sbagliato, Dov’è) e l’ultimo singolo Per fare l’amore, anche le canzoni che hanno reso celebre la band come Vieni da me, Amore Zen, In una notte d’estate. Menzione speciale per il primo grande successo del gruppo, Dedicato a te, in cui Sarcina – solito animale da palcoscenico e in grandissima forma – dà il meglio di sé con tanto di “beddi” finale che strappa la doverosa standing ovation.

Un connubio davvero riuscito quello tra Le Vibrazioni e il maestro Beppe Vessicchio, un punto d’incontro tra musica classica e musica rock che ha stregato il pubblico del Metropolitan coinvolgendo anche un’orchestra di giovani e giovanissimi. Insomma, le conclusioni da trarre all’uscita del teatro catanese sono chiare: le nuove generazioni non sono solo trap, Beppe Vessicchio continua a essere tra i migliori maestri in circolazione (se non il migliore) e Le Vibrazioni – dopo 22 anni – sono ancora sulla cresta dell’onda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.