Panico ai rifornimenti e supermercati, ma arriva stop a sciopero autotrasportatori


Dopo il no del garante resta da capire cosa succederà: se lo sciopero degli autotrasportatori verrà confermato o annullato.


Il paventato stop dell’autotrasporto italiano, proclamato a da lunedì prossimo, 14 marzo, dalle aziende di autotrasporto a livello nazionale “per causa di forza maggiore” è stato bocciato dalla Commissione di garanzia per lo sciopero.

Con una comunicazione il commissario delegato della Commissione Alessandro Bellavista, frena sulla possibilità di avviare la mobilitazione.

L’informativa inviata a Trasportounito-Fiap, e ministeri delle Infrastrutture e Interno rileva il “mancato rispetto del termine di preavviso di 25 giorni” e richiama “l’obbligo di predeterminazione della durata dell’astensione”.

Ora, dunque, bisognerà capire cosa succederà nelle prossime ore: se la protesta verrà confermata o annullata.

Intanto, l’annuncio della mobilitazione aveva fatto scattare la corsa all’acquisto di pasta, zucchero, farina e creato lunghe file di auto ai rifornimenti di carburante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.