Duplice omicidio ad Acireale: morti due cugini in un fondo agricolo


Indagano carabinieri, Procura Catania ha aperto inchiesta


Due uomini di 30 e 29 anni sono stati uccisi in un fondo agricolo di Acireale, nel catanese. Secondo una prima ipotesi investigativa potrebbe trattarsi di due ladri di agrumi.

Sul posto per le indagini ci sono i carabinieri della compagnia di Acireale e del Comando provinciale di Catania Duplice omicidio ad Acireale, nel Catanese. Due cugini, V. e V. C. C., tutti e due catanesi, sono stati trovati senza vita in un casolare all’interno di un podere di via Roccamena alla periferia di Acireale nella frazione di Pennisi.

La scoperta sarebbe stata fatta da alcuni parenti delle vittime dopo che ieri sera i due non avevano fatto rientro a casa: nel pomeriggio di oggi è arrivata la macabra scoperta. C’è il sospetto che i due siano stati sorpresi a rubare e qualcuno li abbia feriti servendosi di un’arma da fuoco.

Sul posto stanno operando i carabinieri del comando Provinciale e quelli della compagnia di Acireale. Al vaglio degli investigatori dell’Arma vi è la posizione di un uomo anziano, probabilmente uno dei tanti proprietari terrieri della zona.

+++ Aggiornamento +++

È un agricoltore, G. B., l’uomo fermato da carabinieri della compagnia di Acireale nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Catania sul duplice omicidio scoperto in un fondo agricolo di contrada Pennisi. L’uomo avrebbe ammesso le proprie responsabilità, motivando il gesto con l’esasperazione per il continuo ripetersi dei furti di limoni nel suo agrumeto.

Durante un appostamento per cogliere in flagrante i ladri, l’uomo, con una dinamica ancora da chiarire, avrebbe esplodo dei colpi di pistola contro Vito Cunsolo, 29 anni, e Virgilio Cunsolo Terrano, di 30, uccidendoli sul posto del loro ritrovamento. 

Photo credits: ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.