Il cielo di aprile tra stelle cadenti e altri fenomeni astronomici: ecco le Liridi

Aprile è il mese delle Liridi ma non solo. Questo mese si è aperto con una congiunzione la mattina del 6 aprile, che vede protagonisti la Luna e Saturno sopra l’orizzonte est, poco prima dell’alba. La mattina seguente, il 7, la Luna è stata accanto a Giove sempre visibile ad est prima dell’alba. Marte invece lo troveremo nelle ore serali nei pressi del Toro.

Liridi: perché lo sciame di meteore prende questo nome

L’evento più significativo del mese è lo sciame delle Liridi, le meteore che illumineranno il cielo nella seconda metà di aprile.

Lo sciame sarà infatti attivo dal 16 al 26 aprile, raggiungendo il picco massimo il 22 aprile.

Le Liridi sono residui della cometa C/1861 G1 Thatcher e prendono il nome dal loro radiante, ovvero il punto in cui lo sciame di meteore sembra avere origine nella volta celeste, che si trova situato nella costellazione della Lira, nei pressi della brillante stella Vega.

La Luna invece, che sarà “nuova” giorno 12, si troverà in congiunzione con Marte il 17 aprile nel cielo del crepuscolo, mentre il 27 aprile alle 17.22 circa la Luna sarà al perigeo, ovvero al punto di minima distanza dalla Terra, e raggiungerà la fase di piena nella tarda nottata.

Per tale motivo si parla di “super luna” poiché il nostro satellite apparirà leggermente più grande dal nostro punto di osservazione terrestre (+7% circa).

Come osservare Venere e la Via Lattea dalla Sicilia

Sul finire del mese di aprile apparirà l’affascinante pianeta dell’amore Venere, che comincerà a essere visibile dapprima molto basso sull’orizzonte ovest, nelle luci del crepuscolo dopo il tramonto del sole, per poi via via essere sempre più visibile nel corso del mese di maggio.

In questo mese vedremo le grandi costellazioni invernali declinare verso ovest, come Orione e il Toro mentre rimangono ancora visibili i Gemelli; da sud est le protagoniste delle serate primaverili sono la costellazione della Vergine, la Bilancia, la Chioma di Berenice e un timido Scorpione che si prepara a dominare il cielo estivo.

Aprile sarà il mese in cui poter osservare e fotografare la Via Lattea, che apparirà sull’orizzonte già dalle prime ore della serata, in cui però manifesterà la sua parte meno luminosa ; sarà a partire dalla notte, infatti, che la nostra meravigliosa galassia mostrerà il suo nucleo luminoso lasciandoci pregustare la magia delle notti estive.

Articolo di: Teresa Molinaro

Immagine di copertina: Apod Nasa 27 aprile 2012, Credit & Copyright: Yuri Beletsky (Carnegie Las Campanas Observatory, TWAN)  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *