Speranza ha deciso: regione Sicilia rimane “zona arancione”

La regione Sicilia rimane zona arancione. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha firmato un’ordinanza, in vigore da oggi, con cui si rinnovano le misure relative alle regioni Calabria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Valle d’Aosta e appunto Sicilia. La nuova ordinanza è valida fino al 3 dicembre 2020, “ferma restando la possibilità di nuova classificazione prevista dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020”.

Regione Sicilia zona arancione

L’ordinanza firmata da Speranza lascia quindi invariata la classificazione della Sicilia in zona arancione che prevede ristoranti e bar chiusi per tutta la giornata (se non per l’asporto), negozi aperti, DAD solo alle superiori. La circolazione all’interno di un Comune è permessa ma non lo è abbandonare il proprio Comune di residenza, domicilio o abitazione. È vietato entrare o uscire dalla regione.

Domenica negozi chiusi in Sicilia: Musumeci firma nuova ordinanza

Ministro Speranza: “Rt è sceso rispetto alla settimana precedente”

“Nell’ultima settimana l’Rt è sceso rispetto alla settimana precedente. Nella giornata di oggi saranno presentati nuovi dati. Il nostro auspicio, e la nostra opinione, è che il dato sull’Rt, quindi di diffusione del contagio nel nostro Paese, grazie alle misure adottate dalle Regioni e dal Governo nazionale, tende ancora ad essere in una fase decrescente” ha affermato oggi il ministro della Salute, intervenuto a all’incontro “Unione europea alla sfida del Covid 19”.

“L’auspicio è che questo ci porterà nel giro di qualche settimana a poter avere reazioni e conseguenze positive sui nostri presidi ospedalieri e sanitari, che vivono ancora una stagione di altissima pressione”, ha concluso Speranza.

Un pensiero su “Speranza ha deciso: regione Sicilia rimane “zona arancione”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *