A Catania comincia l’estate: apre la prima spiaggia “libera” della Playa


L’apertura anticipata della spiaggia libera n. 3 della Playa di Catania rappresenta l’anteprima di un’offerta rinnovata e migliorata.


Comincia oggi mercoledì 2 giugno, Festa della Repubblica, l’estate dei catanesi, a ingresso gratuito, nell’arenile comunale della Playa. Con largo anticipo rispetto agli anni scorsi e con aggiuntivi servizi funzionali, ad aprire i battenti sarà la spiaggia libera numero 3, denominata “Stromboli”. Stabilendo un vero e proprio record per la città di Catania, i primi millecinquecento metri di spiaggia pubblica attrezzata e gli annessi parcheggi e servizio bar saranno operativi per accogliere bagnanti e patiti della tintarella, grazie all’aggiudicazione della gara d’appalto, quinquennale, esitata nei giorni scorsi dall’Amministrazione Comunale.

Come cambia la Playa di Catania: i nuovi servizi delle spiagge libere

Una procedura innovativa per il bando delle spiagge libere, con un sistema a punti sulla base di servizi aggiuntivi a quelli fondamentali, promossa dalla Giunta comunale, su proposta dell’assessore al mare Michele Cristaldi. Grazie a questo nuovo approccio amministrativo, nelle tre spiagge libere vi saranno facilitazioni per l’accesso dei diversamente abili alle strutture balneari, attività di animazione per adulti e bambini, adeguamento delle strutture esistenti, sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei rifiuti, aree di sgambettamento per cani, ma anche altri servizi completamene nuovi, come il wi-fi sugli spazi sabbiosi per l’accesso alla balneazione, approntati rispettando gli obblighi del distanziamento anticovid.

L’apertura anticipata della spiaggia libera n. 3 della Playa di Catania, quasi alla fine del Viale Kennedy, nei pressi della zona di San Francesco La Rena, rappresenta l’anteprima di un’offerta rinnovata e migliorata grazie al sistema di aggiudicazione di valutazione del rapporto qualità/prezzo e dunque con l’obbligo a eseguire tutti i nuovi servizi richiesti dal Comune; l’azienda appaltatrice Stella Polare Srl di Catania, gestirà i cinque mila metri complessivi delle tre spiagge libere, sino a tutto il 2025, senza costi per le casse pubbliche, che anzi introiteranno gli oneri concessori previsti dal bando. Obiettivo dell’Amministrazione Comunale è avviare entro pochi giorni anche nelle altre due strutture comunali i servizi di spiaggia libera gratuita: la numero due “Vulcano” e successivamente la numero uno “Etna” in modo che prima del 15 giugno siano tutte operative e funzionali.

“Grazie all’impegno dell’assessore Cristaldi, dei dirigenti e dei funzionari preposti – aggiunge il sindaco di Catania, Salvo Pogliese – abbiamo superato le improvvisazioni del passato, abbiamo migliorato i servizi per il mare cittadino, con accesso gratuito e prestazioni adeguate a chi vuole godere con tutti i confort del nostro litorale sabbioso. Per cinque anni non vi sarà bisogno di alcuna procedura di affidamento, che nel passato ha ritardato l’apertura delle nostre spiagge libere, per consentire a tutti di godere del nostro splendido litorale con strutture e servizi qualificati e soprattutto con tempi certi di apertura, come ma accaduto prima. Già lo scorso anno eravamo riusciti a offrire servizi ottimali, ma miglioriamo ancora di più grazie a modalità di trasparenza e valutazioni di merito oggettivo, per garantire la funzionalità per l’accesso libero a gratuito al mare del nostro litorale sabbioso”.

Giovedì mattina, inoltre, sul lungomare di roccia lavica, avranno inizio i lavori per realizzare l’accesso per i disabili nel borgo di San Giovanni Li Cuti. Anche questa struttura verrà realizzata con un nuovo sistema che ne aumenta la sicurezza e gli spazi per i meno fortunati.


Catania sempre più pedonale: nuove panchine in via Etnea [FOTO]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.