Aeroporto Comiso: sospesi i voli di continuità territoriale


Il servizio verso l’aeroporto di Comiso era gestito da Alitalia: da ieri, è scattato lo stop dei biglietti a tariffe agevolate verso lo scalo ibleo.


Sospesi i voli in continuità territoriale nell’aeroporto di Comiso. Il servizio, infatti, era gestito da Alitalia.

Non ci sono più voli a tariffe agevolate per i residenti in Sicilia verso Roma e Milano (38 euro per Roma, 50 euro per Milano, oltre alle tasse aeroportuali). Non ci sono più aerei in partenza per Roma, i collegamenti per Milano continueranno a essere garantiti da Ryanair che copre le rotte per Milano Malpensa e per Bergamo Orio al Serio.

Aeroporto Comiso, continuità territoriale: bandi andati deserti

Il Ministero dei Trasporti, Enac e la Regione siciliana hanno predisposto ben tre bandi per manifestazione di interesse, per poter coprire il servizio nei prossimi sette mesi ed hanno invitato a partecipare le compagnie aeree che operano attualmente in Sicilia. I bandi sono andati deserti. Ora si sta lavorando per il nuovo bando che potrebbe far ripartire il servizio in primavera e al quale potrà partecipare anche Ita, la compagnia che ha preso il posto di Alitalia.

Per la continuità territoriale erano stati stanziati 25 milioni per tre anni. Il servizio era iniziato il 18 dicembre, ma con un numero di voli ridotti. Erano previsti due voli giornalieri A/R per Roma e un volo giornaliero A/R per Milano e la modalità Night Stop, cioè l’alloggiamento dell’aeromobile a Comiso in modo da poter attivare il volo in partenza già al mattino, con rientro la sera e con orari quindi utili per professionisti e per operatori commerciali.


Essere isola costa a ogni siciliano 1308 euro annui: lo studio della Regione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *