Sicilia, lotta alla siccità: 15 milioni dalla Regione per i “laghetti aziendali”


n particolari zone della Sicilia, i laghetti aziendali rappresentano spesso l’unica soluzione per fronteggiare adeguatamente i periodi di siccità.


Arrivano altri quindici milioni di euro dal governo Musumeci per dare la possibilità agli imprenditori agricoli della Sicilia di realizzare o ampliare i cosiddetti laghetti aziendali, preziose fonti di approvvigionamento idrico per le campagne. Dopo i venti milioni precedentemente stanziati da Palazzo Orleans, le nuove risorse – che provengono dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico, guidato dal presidente della Regione – aumentano in modo significativo il budget necessario (stimato in circa settanta milioni) per far fronte a tutte le richieste pervenute attraverso il bando pubblicato dal dipartimento regionale dell’Agricoltura.

«Dai potenziali beneficiari – sottolinea il governatore Nello Musumeci – c’è stata una risposta davvero entusiastica con ben 699 progetti dichiarati ammissibili dalla commissione di valutazione, che sta definendo in questi giorni la graduatoria finale. L’obiettivo è quello di soddisfare tutte le istanze che hanno i requisiti necessari, mettendo totalmente a disposizione i fondi che occorreranno. In particolari zone del nostro territorio, questi bacini di accumulo rappresentano spesso l’unica soluzione per fronteggiare adeguatamente i periodi siccitosi che mettono in difficoltà le colture e rientrano, pertanto, nella strategia a tutto campo che stiamo portando avanti per proteggere in modo definitivo dalla crisi idrica le nostre produzioni agricole».

I destinatari in Sicilia del contributo economico offerto dalla Regione per i laghetti aziendali, che può arrivare fino al 70 per cento della spesa da affrontare, avranno inoltre la possibilità di accedere a finanziamenti agevolati presso l’Irfis, la Finanziaria della Regione.


Ecosostenibilità Sicilia: 6,5 milioni dalla Regione per piani energetici Comuni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *