Restauro e riqualifica per Scala S. Maria del Monte a Caltagirone


Dopo il decreto di finanziamento della Regione, via a procedure appalto e affidamento lavori per restauro della Scala di Caltagirone.


La Giunta municipale ha approvato il progetto esecutivo che, con la somma di 550mila euro assegnata dalla Regione, prevede “interventi di ristrutturazione e lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria nella Scala di Santa Maria del Monte”, il monumento simbolo di Caltagirone ed elemento di grande attrazione turistica nel centro storico della città, riconosciuto dall’Unesco quale patrimonio dell’umanità.

Alla fine dello scorso maggio la Regione, con l’approvazione, da parte dell’Ars, di un emendamento alla legge finanziaria proposto dal parlamentare regionale Francesco Cappello, aveva autorizzato la concessione al Comune del contributo straordinario in questione, destinato alla famosa scalinata calatina. Con nota del 31 agosto, l’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, nel comunicare il finanziamento, ha richiesto la trasmissione del progetto esecutivo, dando così il là all’avvio, da parte dell’Amministrazione comunale, di tutte le procedure tecniche e amministrative necessarie per giungere in tempi brevi alla redazione del progetto esecutivo stesso, che è stato adesso adottato.

“Il progetto – sottolinea l’assessore al Patrimonio Unesco Claudio Lo Monacoè stato elaborato dalla Facoltà di Architettura dell’Università di Catania, nel segno della forte collaborazione fra il Comune, la Soprintendenza ai Beni culturali e ambientali e il Museo regionale della Ceramica specie per ciò che attiene al recupero delle mattonelle in ceramica. Potremo così restaurare il monumento che costituisce un vero e proprio museo all’aperto della tradizione ceramica millenaria della nostra città”.

“Confidiamo nel fatto che il decreto di finanziamento venga emesso al più presto, per poter così ultimare le procedure con la gara e l’affidamento – afferma l’assessore ai Lavori pubblici e vicesindaco Paolo Crispino –. Predisposta un’opportuna attività di diagnosi strutturale per decidere come intervenire al meglio”.

“Si tratta – dichiara il sindaco Fabio Roccuzzo – di un importante passo avanti verso l’inizio di significativi interventi di recupero e riqualificazione del monumento, conosciuto in tutto il mondo, che più e meglio identifica Caltagirone e che rappresenta indubitabilmente un elemento di forte richiamo turistico”.


A Caltagirone lo spettacolo della “Scala Infiorata 2022” [FOTO]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.