Gdf recupera due teste in terracotta del V sec. a.C. [VIDEO]


Esami hanno confermato l’originalità delle teste in terracotta ritrovate: risalgono al 450-480 avanti Cristo. Guarda il video.


La Guardia di Finanza di Catania ha fermato due persone con a bordo dell’auto due pregevoli teste in terracotta di origine ellenica, presumibile frutto di scavi archeologici clandestini. I successivi accertamenti hanno permesso di certificare i manufatti come originali e risalenti al V sec. a.C., il c.d. periodo “Severo” dell’Arte Greca.

Esami della Soprintendenza e dell’Università di Catania hanno confermato l’originalità delle opere, ritenute pezzi unici nel panorama noto della storia antica, con un’altissima qualità estetica ed esecutiva, risalenti al 450-480 avanti Cristo.



Reperti recuperati, Amata: «Plauso a forze dell’ordine e soprintendenze, sensibilizzare i giovani»

«L’operazione della Guardia di Finanza restituisce alla collettività due reperti di grande valore e testimonia l’importanza della collaborazione tra istituzioni nel nome dell’interesse pubblico». Lo dice l’assessore regionale ai Beni culturali e all’identità siciliana, Elvira Amata, commentando la notizia del ritrovamento, da parte delle Fiamme gialle di Catania, di due pregevoli teste in terracotta di origine ellenica del 450 a.C., presumibilmente frutto di scavi archeologici clandestini.

«Esprimo un grande plauso alle forze dell’ordine – prosegue Amata – per l’impegno quotidiano nella tutela del patrimonio regionale. E alla Soprintendenza di Catania per l’egregio lavoro svolto nell’accertamento della storicità dei pezzi, effettuato in collaborazione con l’Università del capoluogo etneo, con cui è attiva una stretta sinergia operativa. Il governo regionale ha in programma di rafforzare ancora di più la collaborazione tra gli organi dell’amministrazione e le forze di polizia».



«Mi spenderòconclude l’assessore – affinché i nostri giovani vengano educati al rispetto per il patrimonio, che è parte tangibile della nostra storia. È per questo che, tra le iniziative che intendo portare avanti, vi è una maggiore collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e l’assessorato all’Istruzione e formazione per attivare ogni possibile strumento di sensibilizzazione».

Guarda il video della Guardia di Finanza di Catania sulle teste in terracotta recuperate.


Pantelleria, ritrovate oltre 300 anfore di epoca punica [VIDEO]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.