Meteo Catania, domani allerta arancione: il bollettino per tutta la Sicilia

Meteo Catania – Diramata per domani l’allerta arancione sulla parte sud-orientale dell’Isola. L’avviso diffuso dalla Protezione Civile della Regione Sicilia – per lunedì 23 novembre – riguarda tre settori dell’Isola: G, H e I.


Un vortice depressionario, attualmente centrato sullo stretto di Sicilia, continua la sua lenta progressione verso sud, mantenendo condizioni di tempo spiccatamente perturbato sulle estreme regioni meridionali italiane, specie sui versanti ionici di Calabria e Sicilia.

Meteo Catania: domani allerta arancione

L’avviso prevede dalle prime ore di domani, lunedì 23 novembre, il persistere di precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori orientali di Calabria e Sicilia. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per domani, lunedì 23 novembre, allerta arancione su gran parte del settore ionico della Calabria e sulla Sicilia orientale. Valutata inoltre allerta gialla in Basilicata, sul resto della Calabria e su altri due settori della Sicilia: (Messinese e Ragusano). Nessuna criticità sul resto dell’Isola.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso quindi questo avviso di condizioni meteorologiche avverse.

Meteo Catania allerta arancione bollettino Sicilia

Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di Protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Leggi il bollettino completo della Protezione Civile.

2 pensieri riguardo “Meteo Catania, domani allerta arancione: il bollettino per tutta la Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *