L’Etna si è svegliata: emissioni di cenere dal cratere di Sud-Est [FOTO]


L’INGV comunica che dalla mezzanotte si osserva la ripresa di una modesta e sporadica attività esplosiva al cratere di Sud-Est dell’Etna.


Ripresa l’attività esplosiva con lievi emissioni di cenere da parte dell’Etna. Lo rivela il bollettino dell’Ingv. La sorgente del tremore vulcanico è ubicata in corrispondenza del cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2500 metri sul livello del mare.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, osservatorio Etneo, comunica che dalla mezzanotte si osserva la ripresa di una modesta e sporadica attività esplosiva al cratere di Sud-Est. L’attività produce delle deboli emissioni di cenere che si disperdono rapidamente in area sommitale.

L’ampiezza del tremore vulcanico è su valori medio-bassi. La sorgente del tremore vulcanico è ubicata in corrispondenza del cratere di Sud-Est ad una quota di circa 2500 metri sul livello del mare. Il tasso di occorrenza degli eventi infrasonici è basso. Le stazioni delle reti di monitoraggio delle deformazioni del suolo operanti sul vulcano, non mostrano variazioni significative.

L’attività, al momento, non impatta sull’Aeroporto Fontanarossa di Catania.

Etna cenere

Photo credits: Piero Bertino


L’Etna avrà il suo museo: sorgerà nell’ex ospedale V. Emanuele di Catania

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.