Calcio Catania, l’asta è andata deserta: fine vicina?


Nessuna offerta presentata all’asta telematica fissata dai tre curatori nominati dalla sezione Tribunale per il fallimento del Calcio Catania.


“Trattandosi di vicenda di particolare interesse sociale, si comunica che in data odierna l’udienza di vendita in forma telematica del ramo caratteristico calcistico della società fallita Calcio Catania Spa è andata deserta per mancanza di domande di partecipazione”.

Lo rende noto il presidente del Tribunale del capoluogo etneo, Francesco Mannino, sulla procedura avviata dopo la dichiarazione di fallimento della società dello scorso dicembre.

Resta in vigore, fino al 28 febbraio, l’esercizio provvisorio. La vendita telematica, fissata dai tre curatori nominati dalla sezione Tribunale, comprendeva “diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori; struttura e organizzazione del settore giovanile; immobilizzazioni materiali; indumenti, merce store, targhe, coppe e trofei; due marchi registrati”.

Non faceva parte della procedura il titolo sportivo, che non può essere ceduto a terzi, ma può solo essere attribuito dalla Figc a una diversa società in presenza dei requisiti richiesti dalle norme federali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.