Eurovision 2022 in Italia: due città siciliane candidate a ospitare l’evento


Dopo la vittoria dei Maneskin, l’Italia ospiterà l’Eurovision Song Contest 2022. In Sicilia sono due le città che potrebbero ospitare il grande evento.


Sono diciassette le città italiane che hanno presentato la propria candidatura a ospitare l’Eurovision Song Contest 2022 che si svolgerà nel nostro Paese nel mese di maggio. A rispondere all’annuncio Rai per la manifestazione di interesse sono state – tra i capoluoghi di Regione – le città di Bologna, Genova, Firenze, Milano, Roma, Torino, Trieste, mentre tra i capoluoghi di provincia figurano Alessandria, Matera, Pesaro, Rimini, Viterbo.

Candidati anche i comuni di Acireale (Catania), Bertinoro di Romagna (Forlì – Cesena), Jesolo (Venezia), Palazzolo Acreide (Siracusa), Sanremo (Imperia).

Tutte le città che hanno presentato la candidatura – spiega una nota di Viale Mazzini – riceveranno un documento più dettagliato con i requisiti necessari per partecipare all’Esc 2022 e la scelta sarà fatta dalla Rai – in coordinamento con European Broadcasting Union – entro la fine di agosto.

Eurovision 2022: i requisiti fondamentali

Partiamo subito da quelli che sono i principali e fondamentali requisiti richiesti dall’EBU (European Broadcasting Union) per poter candidare una città e una specifica struttura (la stessa EBU, tra l’altro, contribuisce economicamente ai costi dell’organizzazione).

Con il bando pubblicato dalla Rai il 7 luglio 2021, sono stati resi noti – nel dettaglio – i requisiti da cui non ci si può sottrarre. Eccoli:

  • aeroporto internazionale a non più di un’ora e mezza dalla città ospitante;
  • offerta alberghiera di oltre 2.000 stanze nelle aree contigue all’evento;
  • infrastruttura dedicata all’Eurovision al coperto che sia dotata di aria condizionata secondo gli standard vigenti e sia inoltre ben perimetrabile. Tale infrastruttura deve poter ospitare da 8.000 a 10.000 persone nella sala principale durante l’evento (cioè il 70% della capienza massima per concerti, considerando le esigenze di produzione e palco);
  • area principale che possa ospitare allestimento e gli altri requisiti necessari per una produzione di alto livello;
  • altezza di circa 18 metri con buone capacità di carico sul tetto, con inoltre facile accesso al carico stesso;
  • struttura logistica intorno all’area principale in grado di supportare le esigenze della produzione con:
    – infrastrutture per la sicurezza;
    – centro stampa per 1.000 giornalisti;
    – area per le delegazioni (artisti) camerini compresi;
    – strutture per personale e uffici;
    – area hospitality;
    – servizi per il pubblico (toilette, punti vendita di cibo e bevande).
    La struttura deve avere aree a raso e di facile accesso, contigue e integrate nel perimetro dell’infrastruttura per il supporto tecnico-logistico di 5.000 metri quadrati.
  • disponibilità in esclusiva per 6 settimane prima dell’evento, le 2 settimane dello show e quella successiva per il disallestimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *