Taser da oggi a Catania: forze dell’ordine dotate di pistola a impulsi elettrici


Primo giorno per il Taser a Catania e in altre città d’Italia: uno strumento di non violenza che provoca desistenza afferma il SAP.


Oggi 28 marzo a Catania e in altre città d’Italia (Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Cagliari, Napoli, Reggio Calabria, Palermo, Messina, Caserta, Brindisi, Reggio Emilia e Padova), è stata resa attiva l’operatività del Taser, la pistola ad impulsi elettrici. Una nuova tecnologia, che garantisce maggiore tutela sia alle forze dell’Ordine che operano in strada, sia ai soggetti protagonisti di condotte violente verso altri o verso sé stessi. Uno strumento di non violenza che provoca desistenza. “Difatti – rende noto il sindacato autonomo di Polizia – dagli ultimi interventi è emerso che i primi risultati, evidenziano come le nostre operazioni siano diventate più sicure.

Ed è proprio per celebrare questa vittoria, che il SAP nella stessa giornata del battesimo del Taser a Catania e in altre città d’Italia, ha deciso di tenere un convegno dal nome “Le nuove tecnologie al servizio della sicurezza: il Taser” all’Hotel il Principe a Catania.

Sono intervenuti il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Interno, l’On. Nicola MOLTENI che, nella battaglia storica per l’ottenimento della pistola ad impulsi elettrici, ha avuto un ruolo determinante. Altro ospite atteso il Dr. Sebastiano ARDITTA, Componente del Consiglio Superiore della Magistratura, che ha esposto gli aspetti legati alle eventuali responsabilità soggettive dell’operatore.

Ha concluso i lavori, l’On. Gianni Tonelli, deputato alla Camera e componente della commissione antimafia, Segretario Aggiunto del SAP ha avviato la battaglia per apportare le nuove tecnologie al servizio della sicurezza”.

Foto di repertorio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.