ULTIM’ORA – Terremoto in Sicilia: scossa di magnitudo 4.2


Terremoto nella Sicilia orientale: la scossa è stata avvertita dalla popolazione in provincia di Catania e non solo. I dati in diretta dell’INGV.


Una scossa di terremoto di magnitudo 4.2 è stata registrata alle 3.34 nella Sicilia orientale dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. L’ipocentro dell’evento è stato localizzato dall’Ingv-Oe di Catania nel Siracusano. L’epicentro è stato localizzato nel mar Ionio, al largo della costa siracusana a circa 42 km da Siracusa, 38 km da Augusta (SR) e 52 km da Catania e ipocentro a una profondità di circa 33 km. Non si hanno segnalazioni di danni a cose o persone.

La scossa è stata avvertita chiaramente nella Sicilia orientale, sia in provincia di Catania che in quella di Siracusa. L’intensità del terremoto è stata di magnitudo 4.2.

Terremoto in Sicilia: di seguito i dati INGV.

terremoto sicilia

L’area epicentrale si colloca nel bacino ionico ad ENE dell’avampaese Ibleo, area maggiormente sismogenetica della Sicilia sud-orientale. Nel bacino ionico si trovano strutture connesse alla faglia Ibleo-maltese, importante elemento strutturale ad est del blocco Ibleo, e tutte le strutture secondarie ad essa connesse. Dalla sismicità, avvenuta dal 1985 ad oggi, le localizzazioni epicentrali sono piuttosto sparse e non descrivono particolari allineamenti che possano essere associati ad una struttura definita. Questo aspetto, pur essendo dovuto in parte alla mancanza di stazioni sismiche in mare, caratterizza la sismicità del bacino Ionico a sud della Calabria e ad est di Catania e Siracusa.

Dal 1985, nell’area compresa entro 30 km dall’epicentro, sono stati localizzati altri 29 terremoti di magnitudo pari o superiore a 3.0: tra questi il più forte è quello del 13 dicembre 1990 di magnitudo Mw 5.6, avvenuto a circa 20 km più a SW rispetto alla localizzazione attuale, quindi più a ridosso della costa siracusana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.