Catania, spacciava droga senza mascherina: in manette un trentenne


Spacciava senza mascherina dal portone di casa. Oltre all’arresto, una multa salata per un trentenne di Librino.


Una finestrella nel portone d’ingresso, proprio come quella di un distributore automatico. È così che un pluripregiudicato spacciava sostanze stupefacenti presso la sua residenza di Librino.

L’attività che si svolgeva all’interno dello spiazzo condominiale ha attirato l’attenzione delle forze dell’ordine, che a seguito di una perquisizione avrebbero rinvenuto e sequestrato il necessario per far scattare l’arresto. Oltre alla merce – 22 involucri di marijuana e 29 di cocaina – sono stati rinvenuti anche 459 euro in contanti, il ricavato della vendita delle sostanze.

I guai per il trentenne non finiscono qui. In primo luogo, avrebbe dichiarato alle forze dell’ordine di aver perfezionato le procedure per l’ottenimento del Reddito di Cittadinanza. Adesso toccherà all’autorità giudiziaria la valutazione per il decadimento della richiesta. 

Il dettaglio che completerebbe la vicenda altro non è che l’assenza di dispositivi di protezione personale. In piena emergenza Covid le forze dell’ordine non hanno potuto sorvolare sull’assenza della mascherina nel corso delle interazioni con il pubblico. Oltre all’arresto, quindi, il trentenne dovrà pagare anche una cospicua somma in sanzioni amministrative.

Aeroporto Catania, truffe online per false assunzioni: denunciato un uomo

3 pensieri riguardo “Catania, spacciava droga senza mascherina: in manette un trentenne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.